lunedì 17 giugno 2019

Consulenza ai datori di lavoro del Veneto e del Nord Est alle prese con la valutazione dei rischi sicurezza nei luoghi di lavoro

In materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, la valutazione dei rischi consiste in un esame sistematico di tutti gli aspetti dell’attività lavorativa, volto a stabilire:
-    cosa può provocare lesioni o danni
-    se è possibile attenuare rischi
-    quali misure di prevenzione o di protezione sono o devono essere messe in atto per controllare i rischi.



A seguito della valutazione dei rischi, il datore di lavoro fornisce a tutti i lavoratori appositi DPI.
E’ indispensabile l’uso dei Dispositivi di Protezione Individuale e il datore di lavoro deve individuare le caratteristiche dei DPI adeguati ai rischi dell’azienda, aggiornando la scelta di essi ogni qual volta che si verificano significative variazioni del procedimento lavorativo.

Poiché il DPI costituisce sempre un fastidio per gli addetti, che possono essere facilmente portati a evitarne l’uso, il datore di lavoro deve prestare particolare attenzione nello stabilire la durata dell’uso.
E’ obbligo dei lavoratori indossare tutti i dispositivi di protezione individuale che vengono messi a loro disposizione, durante lo svolgimento delle attività.



Le attività che il datore di lavoro deve svolgere sono:
  • l’analisi dei rischi mediante la loro individuazione;
  • la graduazione degli stessi, valutati in base alla gravità;
  • la scelta delle misure ritenute necessarie/utili;
  • la programmazione dell’implementazione di queste ultime; 
  • la redazione del documento di valutazione.


Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, realizzazione e mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, transizione alla norma ISO 45001:2018, formazione obbligatoria lavoratori, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.

sabato 15 giugno 2019

Ottenimento della Certificazione di un Sistema di Gestione della Corruzione a norma ISO 37001? Possibile a prezzi ragionevoli e in tempi ridotti con MODI.


Lo Studio di Consulenza MODI SRL con sedi in Veneto,  affianca le Aziende interessate all'ottenimento della Certificazione di un Sistema di Gestione della Corruzione a norma ISO 37001.

MODI  dal 1998 offre un servizio completo e affidabile di consulenza e raccomandato dagli stessi Clienti.  Per visionare le recensioni sui nostri servizi cliccare qui.

Per mezzo di Check up i nostri tecnici identificano il rischio di corruzione dell'Azienda che si avvicina al percorso di implentazione.

Attraverso un'analisi personalizzata dell'Organizzazione, MODI  individua le aree maggiormente esposte a rischio di corruzione e predispone tutta la documentazione e le procedure per  lo sviluppo di un Sistema di Gestione ISO 37001:2016 che tiene conto dei risultati dell'analisi iniziale eseguita.

Collaborando attivamente con il personale interessato dall'implentazione dell'Aziende Cliente, i Consulenti MODI producono l'impianto documentale del sistema di gestione ISO 37001 che deve essere  idoneo e mettere l'azienda al sicuro da potenziali rischi di corruzione.

Una volta predisposta la parte documentale e formato il personale coinvolte, l'Azienda è in grado di ottenere la certificazione di terza parte.

Adottare un Sistema di Gestione ISO 37001:2016 significa ottenere:
•    maggiore tutela contro i potenziali reati di corruzione;
•    attenuare o eliminare il rischio di corruzione nella tua azienda;
•    ridurre la perdita di competitività sul mercato.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.

venerdì 14 giugno 2019

Privacy - Privacy Manager o Data Protection Officer?


I criteri imposti prima dal D.Lgs. 196/2003 ed ora dal regolamento (UE) 2016/679 per il rispetto e la salvaguardia dei dati personali e sensibili sono particolarmente rigorosi.

Con l'entrata in vigore del Regolamento Europeo 2016/679, il Titolare del Trattamento, nonchè il rappresentante legale dell’azienda, ha l’obbligo di specificare mezzi e finalità con cui gestire i dati oggetto dei trattamenti che svolge. Generalmente tale compito viene delegato al collaboratore interno che il Titolare ritiene più idoneo: il Privacy Manager.

Il Privacy Manager è colui che in azienda si occupa di "compliance", dei servizi qualità o dei servizi informativi. Questa figura dirige, con l’aiuto di consulenti esterni, tutti gli aspetti legati alla protezione dei dati come la gestione delle nomine dei Responsabili e degli incaricati, della formazione interna rispetto alle tematiche privacy, delle informative per gli interessati, della predisposizione della privacy policy aziendale, etc.

Naturalmente la persona designata svolgere questo compito è necessario che il Privacy Manager abbia delle competenze sufficientemente avanzate in materia, acquisite tramite formazione specifica. 

Il Data Protection Officer (Responsabile per la protezione dei dati), invece, è un professionista dotato di competenze sia giuridiche sia informatiche, di capacità di analisi dei processi e di risk management; fondamentale è che rimanga indipendente rispetto alla Direzione nello svolgimento delle proprie mansioni consulenziali.

Data Protection Officer   ha come principale responsabilità, quella di osservare e organizzare la gestione dei trattamenti di dati personali, nonché di proteggere gli stessi all’interno di un’azienda, affinché questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy europee e nazionali.

Il Regolamento europeo GDRP 2016/679 stabilisce che il DPO debba essere nominato in casi specifici:

  • Se il trattamento è effettuato da un’autorità o da un organismo pubblico, fatta eccezione per le autorità giurisdizionali quando esercitino le loro funzioni giurisdizionali;

  • se i trattamenti svolti dal Titolare del trattamento o dal Responsabile comportano il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala;

  • se le attività principali del Titolare del trattamento o del Responsabile consistono nel trattamento su larga scala dei dati personali di cui all’articolo 9 (dati particolari/sensibili) o di dati relativi a condanne penali e a reati di cui all’articolo 10.
I nostri consulenti sono oggi Rpd/DPO in importanti Organizzazioni del Veneto e del Nord Est.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


PIA - Che cosa bisogna fare implementare Sistem a Privacy nella propria azienda?

Il primo adempimento da adottare per implementare il sistema Privacy GDPR 2016/679 in azienda e comprendere l’importanza e il valore dei dati presi in esamente, quindi vanno avviati  tutti i processi per avere un quadro completo dell'organizzazione, ruoli, figure, competenze, processi e regole che impattano sul trattamento dei dati.

E' possibile operare utilizzando risorse competenti interne all’azienda oppure avvalersi di professionisti esterni esperti nelle problematiche privacy come i DPO di MODI SRL.

Per il primo assessment, è consigliato avvalersi di risorse esterne esperte in modo da inquadrare velocemente i metodi e le azioni da intraprendersi e pervenire in breve tempo ad una base dati
completa.

L’assessment rappresenta di solito uno strumento preventivo gestito dall’azienda stessa che
decide di monitorare un determinato fenomeno.

I metodi sono i medesimi dell’audit che rappresenta uno strumento più ufficiale e certificante e che viene
sempre attuato da esterni all’azienda (società di audit specializzate o autorità) per valutare l’idoneità del
sistema a determinate norme.

Un PIA è disegnato per raggiungere normalmente tre obiettivi:
  • Garantire la conformità con le normative, e requisiti di politica legali applicabili per la privacy;

  • determinare i rischi e gli effetti che ne conseguono;

  • valutare le protezioni e eventuali processi alternativi per mitigare i potenziali rischi per la privacy 
Dalla valutazione di un PIA e dell’analogo Audit ufficiale nasce per le aziende la possibilità di raggiungere le certificazioni che sono previste dal Regolamento e che rendono virtuosa l’impresa stessa

Per consulenze Privacy, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.

giovedì 13 giugno 2019

Corsi Antincendio per Squadre di Emergenza in MODI SRL data: 12 Settembre 2019 dalle 14.00 alle 18.00 aule corsi Mestre, Treviso, Marghera, Marcon


Sei un nuovo addetto antincendio? Devi seguire un corso di formazione per nuovi addetti antincendio per aziende con rischio basso?

A Mestre abbiamo in programmazione presso la nostra aula corsi di (Via Volturno 4/e fermata tram/bus Volturno con parcheggi gratis limitrofi), corsi della durata di 4 ore per tutto il personale aziendale che compone la squadra antincendio. Gli ultimi posti sono scontati del 20%!

PROGRAMMA dell'attività formativa:

L’incendio e la prevenzione:
  • Principi sulla combustione;
  • Prodotti della combustione;
  • Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;
  • Effetti dell’incendio sull’uomo;
  • Divieti e limitazioni d’esercizio;
  • Misure comportamentali.
Protezione antincendio e le procedure da adottare in caso di incendio:
  • Principali misure di protezione antincendio;
  • Evacuazione in caso di incendio;
  • Chiamata dei soccorsi.
Esercitazioni pratiche:
  • Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;
  • Istruzioni sull’uso degli estintori portatili.
Data: 12 Settembre 2019 dalle 14.00 alle 18.00

Quota di partecipazione: € 80,00 + IVA per persona VIENE scontato del 20%.

Ogni Azienda (uffici, cantieri temporanei, magazzini, …) deve essere presidiata da un numero sufficiente di addetti all’antincendio.

Per prendere visione delle  recensioni dei nostri corsisti cliccare alla pagina DICONO DI NOI.

Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, DVR, Pos, Duvri, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

Corsi lavoratori, addetti al primo soccorso, antincendio, preposti e RSPP datore di lavoro sono scontati per tutte le edizioni estive!


Restate connessi! I corsi online sono operativi 24 ore su 24 tutta l'estate.

Sono Francesca Quintavalle e in MODI® seguo la Clientela che ha esigenze formative in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Per questa estate, a grande richiesta, abbiamo programmato delle edizioni aggiuntive in aula a Mestre per la formazione e l’aggiornamento di tutti i lavoratori di aziende a rischio basso, medio e alto e per le altre figure della sicurezza come gli addetti primo soccorso, antincendio, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza “RLS”, dirigenti, preposti, ecc.
Con la presente Vi suggeriamo di richiedere un sopralluogo gratuito da parte di un nostro un tecnico della prevenzione per una verifica circa gli adempimenti in materia di (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) e per valutare le Vostre esigenze formative e documentali.
Contattateci dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00 al numero verde 800300333 o 041 5412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

    4 ore    Parte generale     09 luglio 2019
orario 14.00/18.00    € 60,00 anziché € 80,00
    4 ore    Solo rischio specifico basso     12 luglio 2019
orario 14.00/18.00    € 60,00 anziché € 80,00
    8 ore    Parte generale +Rischio basso    09 e 12 luglio 2019
orario 14.00/18.00    € 149,00 anziché € 160,00
    8 ore    Solo rischio specifico medio    12 e 16 luglio 2019
orario 14.00/18.00    € 150,00
    12 ore    Parte generale +Rischio medio    09, 12, 16 luglio 2019
orario 14.00/18.00     € 209,00 anziché € 230,00    12 ore    Solo rischio specifico alto   
 12, 16 e 19 luglio 2019 orario 14.00/18.00    € 220,00
    16 ore    Parte generale +Rischio alto  
 09, 12, 16 e 19 luglio 2019 orario 14.00/18.00    € 289,00 anziché € 300,00
    6 ore    Formazione Lavoratori AGGIORNAMENTO
    09 luglio 2019 orario 14.00/18.00 e 12 luglio 2019
orario 14.00/16.00     € 89,00 anziché € 109,00
anche online a € 79,00


mercoledì 12 giugno 2019

Come si può effettuare la valutazione del rischio di esposizione alle ROA?

Per effettuare la valutazione del rischio di esposizione alle ROA lo schema di flusso consigliato è il seguente:
  • Conoscenza delle sorgenti: è necessario preliminarmente censire le sorgenti ROA (attenzione a non limitarsi a consultare inventari spesso non correttamente aggiornati) ed acquisirne i dati forniti dai fabbricanti o, in loro assenza, da documenti tecnici o lavori presenti in Letteratura che trattano sorgenti analoghe. Utilizzare, ove disponibile, la classificazione delle sorgenti secondo le norme tecniche specifiche o la conformità a standard tecnici, può consentire la “giustificazione” che permette di non effettuare una valutazione approfondita del rischio in quanto trascurabile, ovvero di stabilire direttamente (senza effettuare misurazioni) il superamento o meno dei valori limite.
  • Conoscenza delle modalità espositive: tutte le attività che comportano o possono comportare l’impiego di sorgenti ROA devono essere censite e conosciute a fondo; in particolare devono essere individuate le tipologie di sorgenti, le modalità di impiego ed i luoghi in cui sono operanti, acquisendo, se possibile, i “layout” o le planimetrie dove sono installate le sorgenti.
  • Per poter valutare i lavoratori a rischio e la loro effettiva esposizione è importante acquisire anche i tempi, le distanze e le modalità di esposizione per le sorgenti non coerenti, mentre per quelle laser è importante verificare anche eventuali riflessioni.
  • Esecuzione di misure: nel caso non siano disponibili i dati del fabbricante o non vi siano riferimenti a standard tecnici specifici, è necessario effettuare delle misure strumentali secondo le indicazioni fornite da norme tecniche specifiche. Le misure devono essere eseguite con strumentazione adeguatamente tarata, dotata di caratteristiche idonee ai parametri da rilevare.
  • Esecuzione di calcoli: partendo dai dati forniti dal fabbricante, dai dati di letteratura o dai valori misurati, mediante appositi calcoli si ottengono le grandezze necessarie al confronto con i valori limite (es.: dall’irradianza spettrale fornita dal costruttore o misurata, si stima l’irradianza efficace).
  • Confronto con i valori limite: i risultati acquisiti dalle fasi precedenti (dai dati dei produttori, dai dati di bibliografia, da misure strumentali o da calcoli) devono essere confrontati con i valori limite previsti nell’Allegato XXXVII del D.Lgs.81/2008 per stabilire il possibile superamento o meno di tali valori.

MODI S.r.l. organizza corsi aziendali per lavoratori che operano in presenza di Radiazioni Ottiche Artificiali.

Per visionare le FAQ e approfondire l'argomento cliccare qui. 
Per le recensioni, opinioni espresse dai nostri Clienti e Allievi cliccare qui.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)?

 

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) è la persona eletta o designata per rappresentare i Lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro. L’ RLS è  istituito a livello territoriale o di comparto, aziendale e di sito produttivo. Nelle aziende o unità produttive con più di 15 lavoratori il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è eletto o designato dai lavoratori nell’ambito delle rappresentanze sindacali in azienda. In assenza di tali rappresentanze, il rappresentante è eletto dai lavoratori della azienda al loro interno. 

Nelle  aziende  o  unità  produttive  che  occupano  fino  a  15  lavoratori  il  rappresentante  dei  lavoratori  per  la sicurezza  è  di  norma  eletto  direttamente  dai  lavoratori  al  loro  interno  oppure  è  individuato  per  più  aziende nell’ambito territoriale o del comparto produttivo. L’RLS ha il compito di relazionarsi, per conto dei Lavoratori, con i Datori di Lavoro, l’RSPP e il Medico Competente (se presente), riguardo alla tutela e alla sicurezza nei luoghi di lavoro e viene  consultato sulla designazione del responsabile e di eventuali addetti del servizio di prevenzione, sul piano di valutazione dei rischi, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione e nell’organizzazione della formazione. 

Per svolgere il suo ruolo, l’RLS deve frequentare un corso di formazione di 32 ore, il cui costo è a carico del Datore di Lavoro. Il nominativo dell’RLS deve essere comunicato per via telematica all’INAIL dai Datori di Lavoro secondo le modalità indicate con le circolari n. 11/2009 e 43/2009, solo in caso di nuova elezione o di nuova designazione. I Datori di Lavoro, avvalendosi eventualmente del proprio consulente del lavoro, possono modificare o cancellare il nominativo dell’RLS tramite la procedura on-line accessibile dal sito dell’INAIL (Punto Cliente). 

Per informazioni su i corsi di Formazione per RLS e per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

martedì 11 giugno 2019

Migliora la sicurezza Aziendale! Partecipa a un Corso per Preposti a Mestre, Marghera, Spinea, Venezia. Contattaci a luglio 2019 date corsi disponibili!

 I corsi sono organizzati da MODI SRL per la formazione obbligatoria del preposto per la sicurezza e sono offerti a condizioni estremamente vantaggiose.

La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra aula  è comoda per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
Il corso rivolto ai preposti rappresenta il percorso di formazione obbligatoria ai sensi dell'art 37 del Dlgs 81/2008.

Formazione obbligatoria per lavoratori con il ruolo di “preposti” durata 8 ore la quota è  € 150,00 + IVA
29 e 31 luglio 2019 orario 14.00/18.00 costa € 150,00 + IVA

Aggiornamento quinquennale obbligatorio per il mantenimento della qualifica di “preposto” durata 6 ore anche on-line.

29 luglio 2019 orario 14.00/18.00 e 31 luglio 2019 orario 14.00/16.00. Il costo è  € 139,00 + IVA.
Il costo del corso online attivo 24 ore su 24 con uso di piattaforma interattiva e di € 89,00 + IVA.

Chi frequenta quelli organizzati dalla Società di Consulenza e formazione MODI, può contare  su degli sconti aggiuntivi come quelli per le partecipazioni multiple alla stessa edizione (più persone della stessa ditta in una determinata aula).

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.




lunedì 10 giugno 2019

GDPR 2016/679? Quali sono i soggetti tenuti alla designazione del Data Protection Officer?



Il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati prevede la designazione di un Responsabile della Protezione dei Dati quando il trattamento è effettuato da un'autorità o un organismo di pubblica amministrazione (ad esempio, le amministrazioni dello Stato, anche con ordinamento autonomo, gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le Regioni e gli enti locali, le università, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, le aziende del Servizio sanitario nazionale, le autorità indipendenti ecc.), fatta eccezione delle autorità giurisdizionali quando esercitano in proprio le loro funzioni.

Altresì, la designazione del RPD è obbligatoria per tutti gli enti e le aziende che trattano dati su larga scala.

E’ opportuno, considerare che, nel caso in cui soggetti privati esercitino funzioni pubbliche (in qualità, ad esempio, di concessionari di servizi pubblici), risulta raccomandato anche se non obbligatorio, procedere alla designazione di un Responsabile della Protezione dei Dati. In ogni caso, qualora si proceda alla designazione di un RPD su base volontaria, si applicano gli identici requisiti (criteri per la designazione, posizione e compiti) che valgono per i RPD designati in via obbligatoria.

Fonte: Faq Garante Privacy
MODI SRL assume il ruolo di  Responsabile della Protezione dei Dati in inglese DPO in aziende del Veneto e Nord Est.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

venerdì 7 giugno 2019

Quali sono le principali differenze, con i relativi vantaggi e svantaggi, tra formazione tradizionale e formazione a distanza?


I cambiamenti di questi ultimi decenni hanno indotto una crescita progressiva delle opportunità formative e anche delle esperienze riconducibili a modelli di formazione a distanza. 

La FAD è un sistema aperto, in cui l’apprendimento avviene in tempi, luoghi e modi a scelta degli utenti, al fine di superare difficoltà tipiche della formazione tradizionale, legate all’arco di tempo disponibile nel corso della giornata, alla distanza fisica, alla rapidità individuale nel raggiungimento degli obiettivi. 

La formazione a distanza prevede quindi una notevole flessibilità spaziale e temporale rispetto a quella di tipo tradizionale (gli utenti possono seguire i corsi in ufficio o a casa in qualsiasi ora del giorno semplicemente collegandosi ad Internet), consentono un abbattimento dei costi visto che non vi sono più costi di trasferta degli utenti nei luoghi dove è organizzata la formazione in aula. Inoltre il discente può decidere i tempi di apprendimento, e pertanto velocizzare la conclusione del corso e il conseguente rilascio dell’attestato.
 
La docenza in presenza (formazione tradizionale), invece, ha tutti i vantaggi dell’interazione faccia a faccia, con la possibilità di cogliere tutti i segnali della comunicazione paralinguistica e non verbale, con la possibilità di aggiustamenti comunicativi nel corso della comunicazione stessa. Un’altra componente essenziale della formazione tradizionale, della classe e della lezione frontale, è la componente sociale del processo formativo: il confronto tra docente e allievo è costante, quello tra gli allievi lo è altrettanto, portando allo sviluppo di momenti collaborativi di apprendimento.


I corsi on-line con il Sistema della Formazione a Distanza, riconosciuta ed applicata a livello nazionale ed europeo, sono validi a tutti gli effetti di legge e su tutto il territorio nazionale. In particolare i corsi nell’ambito Salute e Sicurezza sono conformi ai contenuti del Testo Unico sulla Sicurezza, D.Lgs. 81/08 e s.m.i., D.M. 10 marzo 1998 e D.M. 388/2003.

La Società di Formazione MODI S.r.l. mette a disposizione la piattaforma online attiva 24 ore su 24 per usufruire dei corsi online. Per visionare le risposte alle domande più frequenti in materia di FAD cliccare qui.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it