giovedì 19 gennaio 2017

Abrogato il comma 1-bis dell’art. 34 del D.Lgs. 81/08 con il D.Lgs. 151 del 14 settembre 2015 (art. 20)!


 
Si ricorda che il D.Lgs. 151 del 14 settembre 2015 (art. 20) ha abrogato il comma 1-bis dell’art. 34 del D.Lgs. 81/08, sullo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di primo soccorso nonché di prevenzione incendi. Pertanto per il datore di lavoro non vale più il limite di cinque lavoratori, in ordine alla possibilità di svolgere direttamente i compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione degli incendi e di evacuazione.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it

mercoledì 18 gennaio 2017

ervizio di supporto tecnico per le Aziende nosstre Clienti che devono provvedere all'invio dell'OT24





Abbiamo organizzato un servizio di supporto tecnico per le Aziende nosstre Clienti che devono provvedere all'invio dell'OT24.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it

Quando bisogna addottare il MOG 231?


Quando è  opportuno adottare un Modello Organizzativo ex DLgs 231? 
Quando si deve:
  • Accedere a bandi di gara della P.A. e acquisire nuovi clienti;
  • Accrescere la protezione dei soggetti in posizione apicale;
  • Attribuire e limitare i poteri dei ruoli funzionari;
  • Garantire un’adeguata protezione della Società rispetto ai reati previsti dal Decreto 231;
  • Organizzare in modo strutturato i processi aziendali e facilitare la comunicazione aziendale;
  • Responsabilizzare/proteggere i dipendenti ed ottenere un efficace rispetto delle regole;
Per  un preventivo dei costi della consulenza per l’adozione di un Mog231, per iscrizione ai corsi che organizziamo su questo argomento e per partecipazione ai seminari informativi di approfondimento sulle linee guida dell’Anac e sul Dgr 2120 emesso dalla Regione Veneto chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it.


martedì 17 gennaio 2017

Modello Organizzativo ex DLgs 231: I principali vantaggi



I principali vantaggi di adottare un Modello Organizzativo ex DLgs 231 sono più palpabili quando si deve:
  1. Accedere a bandi di gara della P.A. e acquisire nuovi clienti;
  2. Accrescere la protezione dei soggetti in posizione apicale;
  3. Attribuire e limitare i poteri dei ruoli funzionari; 
  4.  Garantire un’adeguata protezione della Società rispetto ai reati previsti dal Decreto 231;
  5. Organizzare in modo strutturato i processi aziendali e facilitare la comunicazione aziendale;
  6. Responsabilizzare/proteggere i dipendenti ed ottenere un efficace rispetto delle regole
Per  ottenere un preventivo dei costi della consulenza per l’adozione di un Mog231, per iscrizione ai corsi che organizziamo su questo argomento e per partecipazione ai seminari informativi di approfondimento sulle linee guida dell’Anac e sul Dgr 2120 emesso dalla Regione Veneto chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it.


L'INAIL pubblica il modello OT24/2017 per la riduzione del tasso medio di tariffa INAIL per il 2017.

MODI S.r.l. di Mestre e Spinea Venezia avvisa le aziende che l'INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT24/2017 per le istanze che verranno inoltrate nel 2017 in relazione agli interventi migliorativi nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro adottati dalle aziende nel 2016. Il modello è destinato alle imprese che intendono presentare istanze di riduzione del tasso medio di tariffa per interventi di prevenzione, dopo il primo biennio di attività. L'”oscillazione per prevenzione” riduce il tasso di premio applicabile all’azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all’Inail. In base al decreto ministeriale 3 marzo 2015, che ha sostituito l’articolo 24 decreto ministeriale 12 dicembre 2000, la riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori/anno del periodo: 
  • Fino a 10 lavoratori/anno la riduzione è del 28% 
  • Da 11 a 50 lavoratori/anno la riduzione è del 18% 
  • Da 51 a 200 lavoratori/anno la riduzione è del 10% 
  • Oltre i 200 lavoratori/anno la riduzione è del 5% 
Potranno beneficiarne, su domanda, tutte le aziende in possesso dei requisiti per il rilascio della regolarità contributiva ed assicurativa ed in regola con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro e che abbiano effettuato interventi di miglioramento nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro. A differenza dello scorso anno, le misure utili per la presentazione della domanda sono state modificate, soprattutto in relazione al loro peso (“punteggio”) e, cosa ancora più significativa, è stato introdotto un diverso peso a seconda del tipo di azienda ovvero del suo settore produttivo. Le misure sono classificate come:
  • TG: Trasversale Generale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi e produce effetti su tutte le PAT della ditta);
  • T: Trasversale (può essere realizzato su tutti i settori produttivi ma non necessariamente attuato in tutte le PAT della ditta);
  • SG: Settoriale Generale (può essere realizzato solo in alcuni settori e produce effetti su tutte le PAT);
  • S: Settoriale (il punteggio varia in funzione dei settori e può essere attuato non necessariamente in tutte le PAT). 
Altre invece sono siglate come GG+num o G+num e sono misure pesate diversamente per Grande gruppo o Gruppo di Tariffa dei premi Inail. La riduzione riconosciuta dall’Inail opera solo per l’anno nel quale è stata presentata la domanda ed è applicata dall’azienda stessa, in sede di regolazione del premio assicurativo dovuto per lo stesso anno. La scadenza per l’invio telematico è il 28 febbraio 2017.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


lunedì 16 gennaio 2017

"Testo Unico per la Sicurezza" secondo l'articolo 30 del Dlgs 81/08

L’articolo 30 del D.Lgs. 81/08 detto anche "Testo Unico per la Sicurezza" suggerisce di implementare un modello di organizzazione e di gestione secondo il D.Lgs. 231/01; per avere valore esimente, tale modello “deve” assicurare sistemi di gestione che, come affermato al comma 5, se “…definiti conformemente alle Linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28 settembre 2001 o al British Standard OHSAS 18001:2007 si presumono conformi ai requisiti …”.  
Il Modello Organizzativo 231/2001 rappresenta il mezzo con cui dimostrare la propria diligenza organizzativa, premiata con l'esimente, ovvero con la non applicazione, o riduzione, delle pesanti sanzioni previste dalla legge.

"...l'Ente non risponde del reato commesso se prova che l'organo dirigente ha adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, modelli di organizzazione e di gestione idonei
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it