venerdì 29 settembre 2017

Formazione in materia di sicurezza? La cultura delle prevenzione inizia da qui!


La Formazione in materia di sicurezza inizia dalla cultura delle prevenzione.
I 60 giorni indicati nell’Accordo non costituiscono un periodo entro il quale il datore di lavoro ha l’obbligo di avviare la formazione di un dipendente nuovo assunto ma il periodo entro il quale lo stesso deve comunque completarla.
Tra i le perplessità più frequenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, vi è soprattutto quella legata all'incertezza circa la propria formazione come datore di lavoro e su quella da far fare ai lavoratori. 
In particolare il Datore di Lavoro non ha chiaro su come deve comportarsi e quali sono gli obblighi per la propria ditta.
L’obbligo della formazione dei lavoratori da parte del datore di lavoro è contenuto nel comma 1 dell’art. 37 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, contenente il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nel comma 4 dello stesso articolo si precisa il "quando" la suddetta formazione deve essere impartita ai lavoratori:
“art 4. La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
    a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi”.
La formazione dei lavoratori neoassunti così come quella dei nuovi  dirigenti e preposti deve avvenire anteriormente all'avvio dell'attività lavorative.

MODI SRL ricorda che per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016? Il sistema di riconoscimento dei crediti formativi va a complicare la gestione delle scadenze dei corsi


Il sistema di riconoscimento dei crediti formativi va a complicare la gestione delle scadenze dei corsi perché ci possono essere molte situazioni di esonero.

Se abbiamo “interpreparato” correttamente l’Accordo ci sono alcuni casi importanti di esonero:

 - Il corso RLS 32 ore esonera dalla frequentazione del modulo generale del corso lavoratori e dal corso preposti;
 - L’aggiornamento RLS annuale 4/8 ore esonera dalla frequentazione dai corsi di aggiornamento per lavoratori, dirigenti e preposti;
 - I corsi base e di aggiornamento per RSPP lavoratore, ASPP, RSPP Datore lavoro e coordinatore sicurezza esonerano dalla frequentazione dai corsi base e di aggiornamento per lavoratori, dirigenti e preposti;
 - Il corso base e di aggiornamento per dirigenti vale anche come formazione base e di aggiornamento del corso lavoratori (gen. + spec.) e preposti;
 - L’aggiornamento del corso lavoratori 6 ore vale anche come aggiornamento preposti (questo è importante);
 - L’aggiornamento preposti 6 ore vale anche come aggiornamento lavoratori e dirigenti.
 Nelle tabelle dell'Accordo c'è scritto che non è previsto l'aggiornamento antincendio, è chiaramente un errore, e anche grave.
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



Adeguamento alle edizioni 2015 delle norme UNI EN ISO 9001 e ISO 14001


IAF (International Accreditation Forum) e ISO hanno recentemente pubblicato un documento in cui ricordano alle aziende certificate  con la versione delle norme ISO 9001:2008  e ISO 14001:2008,
che Ia scadenza per il rinnovo alle nuove versioni è fissata al 14 settembre 2018.


Modi Srl di Mestre e Spinea Venezia ha già accompagnato decine di aziende Clienti interessate a questo rinnovo collaborando con diversi Organismi di Certificazione.
Per un preventivo personalizzato e per un incontro conoscitivo contattare lo staff tecnico al numero verde 800300333. Per referenze visitare la pagina clienti del sito  www.modiq.it

giovedì 28 settembre 2017

A Mestre, Marghera, Marcon, Mirano corsi per la formazione di nuovi lavoratori a rischio basso, medio e alto

Far fare i corsi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ai nuovi dipendenti e un "obbligo" per ogni Datore di Lavoro anche se ha un solo dipendente.

L’obbligo della formazione dei lavoratori da parte del datore di lavoro è contenuto nel comma 1 dell’art. 37 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, contenente il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nel comma 4 dello stesso articolo si precisa il "quando" la suddetta formazione deve essere impartita ai lavoratori:

“art 4. La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
    a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi”.
La formazione dei lavoratori neoassunti così come quella dei nuovi  dirigenti e preposti deve avvenire anteriormente all'avvio dell'attività lavorative.
Se ciò non risulta possibile contestualmente all'assunzione, la formazione stessa deve essere completata prima che il lavoratore sia adibito alla sua attività. 

I 60 giorni indicati nell’Accordo non costituiscono un periodo entro il quale il datore di lavoro ha l’obbligo di avviare la formazione il periodo entro il quale lo stesso la deve comunque completarla.
Per le piccole e medie imprese con sedi vicino Mestre, Marcon, Marghera, Mirano, Chioggia, Jesolo, San Donà di Piave, Treviso, Padova e Vicenza, organizziamo seminari gratuiti in materia di sicurezza e a 360 gradi offriamo corsi (aula, online o presso la sede del Cliente) per nuovi dipendenti, addetti al primo soccorso, antincendio, uso attrezzature. Chiama MODI servizio Clienti 800300333


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



mercoledì 27 settembre 2017

Ardi dal desiderio di trovare un aiuto per realizzare un Modello di Organizzazione e gestione 231?



Ardi dal desiderio di trovare un aiuto per realizzare un Modello di Organizzazione e gestione 231? 

Spegnilo contattando MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia. Saremo lieti di mettere a disposizione la nostra esperienza

Lo Studio di Consulenza e formazione MODI SRL con sedi in Veneto, fornisce la docenza per lo svolgimento di corsi aziendali ed interaziendali, quando possibile cofinanziati da Fondimpresa, a Mestre, Spinea, Marghera, Venezia, Treviso, Padova, Marcon.

Vasta offerta formativa di corsi on line in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro raccomantati dagli stessi allievi con i commenti alla pagina DICONO DI NOI.

La Clientela di Consulenza Sicurezza Veneto by MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Generalmente un modello organizzativo è composta da una parte generale ed una parte speciale:
  •     la parte generale (comunicazioni e verifiche) deve descrivere ed elaborare i risultati della fase di risk assessement;
  •     la parte speciale (una per ogni area a rischio di reato) si costituisce delle procedure specifiche adottate per la gestione del rischio specifico (risk management) nelle aree individuate in fase di analisi.
Per garantire il rispetto dei requisiti della 231 deve essere predisposto il “disciplinare Interno” che dovrà essere approvato e reso pubblico all`interno dell`ente/azienda.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



martedì 26 settembre 2017

I servizi più richiesti a MODI? L'adozzione di un Modello Organizzativo 231 e l'assunzione incarico di membro ODV Organismi di Vigilanza


I servizi più richiesti a MODI? L'adozzione di un Modello Organizzativo  231 e l'assunzione incarico di membro ODV  Organismi di Vigilanza

MODI SRL operativa dal 1998 in Veneto e nel Nord Est, si  propone alle aziende interessate alla realizzazione di un Sistema di Gestione Qualità a norma UNI EN ISO 9001:2015 o alla transizione di quello già certificato con la normativa precedente ISO 9001:2008.

Tra i le perplessità più frequenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, vi è soprattutto quella legata all'incertezza circa la propria formazione come datore di lavoro e su quella da far fare ai lavoratori.

In particolare il Datore di Lavoro non ha chiaro su come deve comportarsi e quali sono gli obblighi per la propria ditta.

La formazione dei lavoratori neoassunti così come quella dei nuovi  dirigenti e preposti deve avvenire anteriormente all'avvio dell'attività lavorative.

Se ciò non risulta possibile contestualmente all'assunzione, la formazione stessa deve essere completata prima che il lavoratore sia adibito alla sua attività.

Per le piccole e medie imprese con sedi vicino Mestre, Marcon, Marghera, Mirano, Chioggia, Jesolo, San Donà di Piave, Treviso, Padova e Vicenza, organizziamo seminari gratuiti in materia di sicurezza e a 360 gradi offriamo corsi (aula, online o presso la sede del Cliente) per nuovi dipendenti, addetti al primo soccorso, antincendio, uso attrezzature.

La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



lunedì 25 settembre 2017

Modi Srl di Spinea assume per ampliamento organico addetto al telemarketing residente a Spinea Venezia


Modi Srl di Spinea assume per ampliamento organico addetto al telemarketing residente a Spinea Venezia o limitrofi con esperienza e capacità spiccate nella comunicazione telefonica. Il lavoro consiste nel saper indirizzare i clienti all'acquisto dei corsi obbligatori per i lavoratori. Gli operatori commerciali ricevono telefonate e/o le producono contattando delle liste fornite dal responsabile commerciale. Le conversazioni telefoniche sono fatte allo scopo di avvisare delle scadenze degli attestati gli allievi storici (aggiornamenti obbligatori per legge per mantenere le qualifiche es. addetto primo soccorso) e per interessare/vendere a nuovi potenziali clienti i servizi di consulenza e i corsi MODI.

Le liste delle telefonate da fare sono inserite in un database che va costantemente aggiornato. Nel sito internet dell'azienda, l'operatore telefonico ha a disposizione le schede di iscrizione, le date, i prezzi e tutte le informazioni per argomentare. Si richiede un buon uso del pc (tastiera), e capacità di lavorare in squadra. Al termine della telefonata verrà mandata (via email o fax) della documentazione o fissato un appuntamento per il consulente.

Per maggiori informazioni su MODI S.r.l. si può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Chiamare il numero 0415412700  E-mail MODI NETWORK modiecm@gmail.com



sabato 23 settembre 2017

Il nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati (Regolamento UE2016/679)

Il nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati (Regolamento UE 2016/679) è entrato in vigore a maggio 2016 e sarà applicabile dall’Autorità Garante sul territorio italiano a partire dal 25 maggio 2018

MODI SRL si è già attivata per erogare la consulenza per adeguare i Clienti alla nuova normativa.

Il Regolamento UE 2016/679 ridefinisce la disciplina europea in materia di Privacy introducendo numerosi importanti cambiamenti da applicare direttamente ed uniformemente in tutti gli Stati Membri.

Il Regolamento UE 2016/679 introduce la possibilità di richiedere il risarcimento del danno materiale e immateriale da parte dell’interessato
Non farti trovare impreparato! Affidati ai professionisti di  MODI SRL per l’adeguamento della tua azienda alle norme del nuovo regolamento europeo 679/2016!

Per un preventivo personalizzato sul servizio di redazione dei documenti necessari e sull’assistenza durante l’implementazione delle procedure e degli adempimenti della normativa privacy, chiama MODI SRL al numero verde 800300333 www.modiq.it modi@modiq.it 



venerdì 22 settembre 2017

Consulenza e corsi sui Modelli di Organizzazione e Gestione 231 e la ISO 37001


Modi Srl nel corso dal titolo "I Modelli di Organizzazione e Gestione 231 la ISO 37001", toccherà in maniera approfondita le tematiche con esempi di documentazione e esercizi in aula per i discenti orientati all'apprendimento delle tecniche necessarie. I partecipanti devono avere già delle nozioni di base ed essere abituati ad operare nei sistemi di gestione qualità, ambiente e sicurezza.

MODI SRL operativa dal 1998 in Veneto e nel Nord Est, si  propone alle aziende interessate alla realizzazione di un Sistema di Gestione Qualità a norma UNI EN ISO 9001:2015 o alla transizione di quello già certificato con la normativa precedente ISO 9001:2008.

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza nei luoghi di Lavoro OHSAS 18001 e UNI INAIL possono facilmente integrarsi con i Sistemi di Gestione Ambientale ISO 14001 e per la Qualità ISO 9001; inoltre si integrano anche con i Modelli Organizzativi 231/01.

Questi Sistemi di Gestione diventano un concreto strumento di tutela del Datore di Lavoro e dell'Azienda dal rischio di commissione di reati anche di natura colposa in materia di salute e sicurezza, così come previsti dal D. Lgs. 81/2008 e dal D. Lgs. 231/2001.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



SEMINARIO GRATUITO sul "Regolamento Europeo 679/2016" in Veneto


Sei un titolare d'azienda interessato al Reegolamento Europeo 679/2016?

Stai cercando un SEMINARIO GRATUITO sul "Regolamento Europeo 679/2016"? 

Il testo definitivo del Regolamento Europeo Privacy 2016/679 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 4 maggio 2016. 
  
Corsi, seminari e una formazione specifica permettono di comprendere la tematica della privacy sotto ogni sua sfaccettatura in riferimento al regolamento 679/16

Contattando la nostra segreteria organizzativa al numero verde 80030033 è possibile richiedere un appuntamento per un preventivo di consulenza personalizzato.

È importante ricordare che è obbligatorio tutelare la privacy delle persone fisiche i cui dati vengono trattati nell’ambito delle attività dell’azienda. 

https://consulenzaprivacyregolamentoue679.it/ è un portale dedicato al tema della PRIVACY by MODI SRL. 


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



PRIVACY IMPACT ASSESSMENT? Saranno necessarie valutazioni d’impatto sulla protezione dei dati, o Privacy Impact Assessment, in caso di trattamenti rischiosi.

PRIVACY IMPACT ASSESSMENT? Saranno necessarie valutazioni d’impatto sulla protezione dei dati, o Privacy Impact Assessment, in caso di trattamenti rischiosi.


La designazione del Data Protection Officer sarà obbligatoria nel quando il trattamento venga effettuato da un’autorità pubblica o da un organismo pubblico (eccettuate le autorità giurisdizionali quando esercitano le loro funzioni giurisdizionali), ovvero quando le attività principali del "Titolare e del Responsabile del trattamento dei dati" consistono in trattamenti che, per loro natura, ambito di applicazione e/o finalità, richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessi su larga scala, la designazione del "Data Protection Officer" sarà obbligatoria. 

La designazione del "Data Protection Officer" sarà obbligatoria nell’ipotesi in cui le attività principali di suddetti soggetti consistano in trattamenti su larga scala di categorie particolari di dati personali (dati sensibili, dati genetici, biometrici, dati giudiziari).

Secondo il regolamento europeo privacy 679/2016*,  la designazione del "Data Protection Officer" può essere affidata a personale interno o esterno di un'azienda con comprovate capacità in aree giuridiche e informatiche. Egli avrà il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento dei dati personali e della loro gestione/salvaguardia all’interno dell'azienda, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti.

Il " Data Protection Officer" dovrà possedere un’ampia conoscenza della normativa e sarà in relazione diretta con i vertici aziendali. 

Il Regolamento Europeo è entrato in vigore il 25 maggio 2016 e si applicherà in via definitiva all’attuale normativa in tutti gli Stati Membri a partire dal 25 maggio 2018, termine entro il quale le aziende dovranno adeguarsi alla nuova legge sulla privacy 
 

Lo staff tecnico di MODI SRL di Spinea, Mestre Venezia, assume il ruolo di "Data Protection Officer" quale figura competente sia in aree giuridiche che informatiche, con il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento dei dati personali e della salvaguardia degli stessi all’interno dell'azienda Cliente, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti.


*Regolamento Europeo 2016/679 è il testo di legge che disciplina la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati



ENTRO IL 24 MAGGIO 2018 TUTTE LE AZIENDE DOVRANNO ADEGUARSI AL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PRIVACY

Regolamento Europeo 2016/679 è il testo di legge che disciplina la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati

Il Regolamento Europeo è entrato in vigore il 25 maggio 2016 e si applicherà in via definitiva all’attuale normativa in tutti gli Stati Membri a partire dal 25 maggio 2018, termine entro il quale le aziende dovranno adeguarsi alla nuova legge sulla privacy 

Il Regolamento 679 introduce nuove tutele a favore degli Interessati al trattamento e, inevitabilmente, nuovi obblighi a carico dei Titolari e Responsabili del Trattamento.
In primo luogo si evidenzia l’articolata disciplina del “diritto all’oblio”.
Con l' applicazione da parte in tutti gli Stati Membri del regolamento Privacy 679, ogni individuo potrà richiedere la cancellazione dei propri dati in possesso di terzi (per motivazioni legittime). Questo potrà accadere ad esempio in ambito web quando un utente richiederà l’eliminazione dei propri dati in possesso di un social network o di altro servizio web. Il Titolare deve poter dimostrare l’avvenuta cancellazione e gestirne l’iter anche con riferimento ad eventuali soggetti “terzi” che hanno ricevuto i dati.

Altra novità è rappresentata dal principio di responsabilità del Titolare del Trattamento.
Con applicazione in tutti gli Stati Membri (a partire dal 25 maggio 2018) del Regolamento Privacy 679, i Titolari e Responsabili del trattamento dovranno seguire il "principio della accountability"
che comporterà l’onere di dimostrare l’adozione, senza convenzionalismi, di tutte le misure privacy adottate nel rispetto del Regolamento Europeo. 

Un’ulteriore novità è costituita del Registro del Trattamento.

Tra le misure privacy da adottare nel rispetto del Regolamento Europeo 679, c'è infatti quella di redigere e conservare opportune documentazioni quali i Registri delle attività di trattamento, in cui vengano riportare tutte le attività di trattamento dei dati svolte sotto la responsabilità del Titolare al trattamento o del Responsabile. 

Ad ogni azienda viene richiesto di dover dimostrare l’attività di gestione degli aspetti privacy che sono state adottate. Tali misure devono essere poste in essere prima che i trattamenti dati siano posti in essere. Inoltre, il Regolamento 679 esige che sia realizzato un PRIVACY IMPACT ASSESSMENT ossia che siano eseguite e formalizzate delle valutazioni d’impatto sulla protezione dei dati in caso di trattamenti rischiosi.

 

Il Regolamento 679 ha introdotto la figura del Data Protection Officer ossia di una figura qualificabile come un controllore competente e imparziale del sistema privacy dell’azienda.

Secondo il regolamento europeo privacy 679,  la designazione del "Data Protection Officer" può essere affidata a personale interno o esterno di un'azienda con comprovate capacità in aree giuridiche e informatiche. Egli avrà il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento dei dati personali e della loro gestione/salvaguardia all’interno dell'azienda, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti.
Il " Data Protection Officer" sarà in relazione diretta con il vertice aziendale che deve fornire le risorse necessarie (anche di budget finanziario) affinché egli possa articolare in autonomia  

La designazione del Data Protection Officer sarà obbligatoria nel quando il trattamento venga effettuato da un’autorità pubblica o da un organismo pubblico (eccettuate le autorità giurisdizionali quando esercitano le loro funzioni giurisdizionali), ovvero quando le attività principali del "Titolare e del Responsabile del trattamento dei dati" consistono in trattamenti che, per loro natura, ambito di applicazione e/o finalità, richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessi su larga scala, la designazione del "Data Protection Officer" sarà obbligatoria. 

La designazione del "Data Protection Officer" sarà obbligatoria nell’ipotesi in cui le attività principali di suddetti soggetti consistano in trattamenti su larga scala di categorie particolari di dati personali (dati sensibili, dati genetici, biometrici, dati giudiziari).

Secondo il regolamento europeo privacy 679,  la designazione del "Data Protection Officer" può essere affidata a personale interno o esterno di un'azienda con comprovate capacità in aree giuridiche e informatiche. Egli avrà il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento dei dati personali e della loro gestione/salvaguardia all’interno dell'azienda, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti.

Il " Data Protection Officer" sarà in relazione diretta con il vertice aziendale che deve fornire le risorse necessarie (anche di budget finanziario) affinché egli possa articolare in autonomia. 
Lo staff tecnico di MODI SRL di Spinea, Mestre Venezia, assume il ruolo di "Data Protection Officer" quale figura competente sia in aree giuridiche che informatiche, con il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento dei dati personali e della salvaguardia degli stessi all’interno dell'azienda Cliente, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti.

Per poter svolgere le attività richieste, il responsabile della protezione dei dati deve avere un’adeguata conoscenza della normativa privacy e delle prassi in materia di protezione dei dati, per poter fornire alle aziende la consulenza necessaria per elaborare, verificare e regolamentare un sistema organizzato di gestione dei dati personali. Deve inoltre predisporre un articolato insieme di misure di sicurezza finalizzate alla tutela dei dati che garantiscano l’osservanza del Regolamento Europeo e assicurino riservatezza e sicurezza.
All’interno del Regolamento Europeo 2016/679, viene indicato che il "Data Protection Officer" (quale  figura autonoma), esegue le proprie funzioni in completa indipendenza per poi riferire sul suo operato direttamente ai vertici aziendali. 

I vertici aziendali,  per la piena esecuzione dei  compiti portati avanti dal Data Protection Officer" devono fornire le risorse necessarie affinché egli possa articolare in autonomia  e senza ricevere alcuna istruzione o impostazione gerarchica, l'insieme di misure di sicurezza finalizzate alla tutela dei dati che garantiscano l’osservanza del Regolamento Europeo e assicurino riservatezza e sicurezza.

Lo staff tecnico di MODI SRL di Spinea, Mestre Venezia, assume il ruolo di "Data Protection Officer" quale figura competente sia in aree giuridiche che informatiche, con il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento dei dati personali e della salvaguardia degli stessi all’interno dell'azienda Cliente, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti. Info www.modiq.it telefono 800300333.



giovedì 21 settembre 2017

Uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro? La formazione dei lavoratori sulla sicurezza così come previsto in diversi articoli del D. Lgs. 81/08.

Uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro è la formazione dei lavoratori sulla sicurezza, così come previsto in diversi articoli del D. Lgs. 81/08. L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda alla formazione dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.
L’Accordo Stato Regioni sulla formazione sicurezza lavoratori (ultima pubblicazione luglio 2016), prevede che la durata dei corsi sia diversa in funzione del settore di appartenenza dell’azienda (con durate minime di 8 ore per aziende ricadenti nella classificazione “Rischio Basso” come ad esempio  "attività d'ufficio", 12 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Medio” e 16 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Alto”. Per la classificazione basata sui codici ATECO 2007 si rimanda all’Allegato II dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011). La formazione prevede la frequena un modulo di carattere “generale” da sommarsi alla parte di carattere “specifico” a cui appartiene l’azienda.
Tutti i l "lavoratori" devono effettuare un aggiornamento della durata di 6 ore ogni 5 anni. Questo corso è possibile frequentarlo interamente online.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



mercoledì 20 settembre 2017

Le tematiche che affrontiamo come consulenti di organizzazione aziendali? Qualità, Ambiente e Sicurezza nei luoghi di lavoro


MODI SRL con sedi in Mestre e Spinea Venezia organizza nelle province di Treviso, Padova e Vicenza corsi e seminari in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Le tematiche che affrontiamo come consulenti di organizzazione aziendale sono legate anche alla realizzazione e al mantenimento di Sistemi di Gestione Aziendale quali la Qualità ISO 9001, l'Ambiente ISO 14001, i Modelli Organizzativi 231, FSC, Privacy, HACCP.

Tra i le perplessità più frequenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, vi è soprattutto quella legata all'incertezza circa la propria formazione come datore di lavoro e su quella da far fare ai lavoratori.

In particolare il Datore di Lavoro non ha chiaro su come deve comportarsi e quali sono gli obblighi per la propria ditta.

L’obbligo della formazione dei lavoratori da parte del datore di lavoro è contenuto nel comma 1 dell’art. 37 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, contenente il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nel comma 4 dello stesso articolo si precisa il "quando" la suddetta formazione deve essere impartita ai lavoratori:
“art 4. La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
    a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi”.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



martedì 19 settembre 2017

Corsi per lavoratori stranieri? E' sempre obbligatoria una verifica della comprensione e conoscenza della lingua italiana prima dell'iscrizione ai corsi.


Corsi per lavoratori stranieri? E' sempre obbligatoria una verifica della comprensione  e conoscenza della lingua italiana prima dell'iscrizione ai corsi.

Uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro è la formazione dei lavoratori sulla sicurezza, così come previsto in diversi articoli del D. Lgs. 81/08. L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda alla formazione dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

Nei corsi per lavoratori si toccheranno i seguenti argomenti:

Formazione generale:
  • concetti di rischio;
  • danno;
  • prevenzione;
  •  protezione;
  • organizzazione della prevenzione aziendale;
  • diritti e doveri;
  • sanzioni  per i vari soggetti aziendali;
  • organi di vigilanza, controllo e assistenza.



Formazione specifica:

  • Rischi  infortuni Elettrici generali;
  • Macchine Attrezzature;
  • Cadute dall’alto;
  • Rischi chimici Nebbie - oli - fumi - Vapori - polveri 
  • Rumore Vibrazione Microclima e illuminazione;
  • Videoterminali;
  • DPI Organizzazione del lavoro;
  • Ambienti di lavoro;
  • Stress lavoro-correlato;
  • Movimentazione manuale carichi;
  • Segnaletica Emergenze
  • Le procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico;
  • Procedure esodo e incendi;
  • Procedure organizzative per il primo soccorso Incidenti e infortuni mancati altri rischi.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



lunedì 18 settembre 2017

Qual'è lo strumento per la prevenzione degli infortuni? MODI SRL considera la formazione lo strumento prioritario per la prevenzione


Qual'è lo strumento per la prevenzione degli infortuni? MODI SRL considera la formazione lo strumento prioritario per la prevenzione degli infortuni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. 

I corsi da seguire devono prevedere la qualificazione di tutti i lavoratori di qualsiasi tipologia di azienda come lavoratori, addetti al primo soccorso, antincendio, preposti, dirigenti, addetti all'uso di attrezzature ecc.

La Formazione in materia di sicurezza inizia dalla cultura delle prevenzione.

I 60 giorni indicati nell’Accordo non costituiscono un periodo entro il quale il datore di lavoro ha l’obbligo di avviare la formazione di un dipendente nuovo assunto ma il periodo entro il quale lo stesso deve comunque completarla.
Tra i le perplessità più frequenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, vi è soprattutto quella legata all'incertezza circa la propria formazione come datore di lavoro e su quella da far fare ai lavoratori.

In particolare il Datore di Lavoro non ha chiaro su come deve comportarsi e quali sono gli obblighi per la propria ditta.

L’obbligo della formazione dei lavoratori da parte del datore di lavoro è contenuto nel comma 1 dell’art. 37 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, contenente il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nel comma 4 dello stesso articolo si precisa il "quando" la suddetta formazione deve essere impartita ai lavoratori:

“art 4. La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
    a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi”.

La formazione dei lavoratori neoassunti così come quella dei nuovi  dirigenti e preposti deve avvenire anteriormente all'avvio dell'attività lavorative.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



venerdì 15 settembre 2017

La ISO 37001:2016 da il proprio contributo normativo per combattere la piaga della corruzione

I requisiti della ISO 37001 sono generali e sono applicabili a qualunque organizzazione (o parte di organizzazione), indipendentemente dalla tipologia, dimensione e natura dell’attività.

La ISO 37001:2016 da il proprio contributo normativo per combattere la piaga della corruzione e si è dimostrata un valido strumento operativo per identificare e prevenire i rischi di corruzione.

Applicare la ISO 37001 significa rafforzare o attuare quanto già indicato dal Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01 (MOG 231).

Affidandosi ai consulenti MODI sarà possibile applicare un sistema di gestione anticorruzione con particolare attenzione al processo di valutazione del rischio.
 
Il Consulente MODI lavorerà facendo particolare attenzione alle altre norme sui Sistemi di Gestione già applicati dall'Organizzazione Cliente come per esempio il Sistema di Qualità, ambiente, sicurezza, Risk Management, Sicurezza dei dati informatici, ecc).
 
Chiedendo un sopralluogo personalizzato saremo in grado di rilevare i requisiti che devono essere soddisfatti per essere conformi alla ISO 37001:2016 e presentare un progetto di consulenza per fornire le tecniche per condurre un’efficace valutazione del rischio in ambito corruzione.

Il nostro staff è in grado di fornire le tecniche e gli strumenti di lavoro necessari per le attività di implementazione, attuazione e controllo periodico del sistema di gestione anti-corruzione (SGA).

Per info 800300333 e sito dedicato al tema www.consulenzacertificazioneiso37001.it




Sei interessato al NUOVO REGOLAMENTO GENERALE UE SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI N. 679/2016 che entrerà in vigore: 25 Maggio 2018?


Sei interessato al NUOVO REGOLAMENTO GENERALE UE SULLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI N. 679/2016 che entrerà in vigore: 25 Maggio 2018?

Il Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 è entrato in vigore il 25 Maggio 2016 e il termine ultimo per adeguarsi ai nuovi obblighi privacy è fissato al 25 Maggio 2018.
Per quanto riguarda l’Italia, il Regolamento sostituirebbe (non integralmente) il D.Lgs. n. 196/2003 Codice in materia di Protezione dei dati personali (c.d. CodicePrivacy) in vigore dal 1 Gennaio 2004 ma sarà necessario comunque un coordinamento normativo.

Affidati ai nostri tecnici esperti di  "privacy" che valuteranno la tua organizzazione aziendale per fartia dempiere agli obblighi previsti dal Regolamento UE Privacy cercando di farti conterne al massimo i  tempi e i costi:

Attività previste:

1. Privacy audit e compliance report: è previsto un intervento presso l’Azienda committente allo scopo di verificare l’attuazione degli adempimenti organizzativi e gestionali interni e verso terzi in attuazione della normativa di riferimento ed in particolare del REGOLAMENTO (EU) 2016/679.

2. Attuazione Sistema di Privacy: sulla base delle informazioni raccolte, preparazione della bozza della documentazione necessaria per gli adempimenti di legge; intervento presso l’Azienda committente per:

• verifica della documentazione realizzata, eventuali adattamenti e stesura della documentazione definitiva;
• formazione al responsabile del trattamento dei dati personali per gli argomenti di sua competenza;
• sessione di formazione rivolta agli incaricati al trattamento dei dati personali.

3. Eventuali ulteriori sessioni formative nel caso di suddivisione degli incaricati al trattamento dei dati personali in più gruppi.

Richiedi un preventivo per la CONSULENZA PRIVACY sul REGOLAMENTO UE 2016/679 PRIVACY!

I nostri CONSULENTO PRIVACY sono a disposizione al numero verde di Modi Srl 800300333. 



giovedì 14 settembre 2017

Come si ottiene il vantaggio competitivo? Con percorsi di formazione che innalzano la qualità delle competenze e la cultura del lavoro.


Come si ottiene il vantaggio competitivo? Con percorsi di formazione che innalzano la qualità delle competenze e la cultura del lavoro.

 Per la progettazione e realizzazione dei Piani Formativi con Fondimpresa chiama MODI SRL. Mettiamo a disposizione le nostre competenze per la formazione del tue risorse umane.

Tra i le perplessità più frequenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, vi è soprattutto quella legata all'incertezza circa la propria formazione come datore di lavoro e su quella da far fare ai lavoratori.

In particolare il Datore di Lavoro non ha chiaro su come deve comportarsi e quali sono gli obblighi per la propria ditta.

L’obbligo della formazione dei lavoratori da parte del datore di lavoro è contenuto nel comma 1 dell’art. 37 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, contenente il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Nel comma 4 dello stesso articolo si precisa il "quando" la suddetta formazione deve essere impartita ai lavoratori:
“art 4. La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
    a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
    b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
    c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi”.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



mercoledì 13 settembre 2017

RSPP in outsourcing in vari settori di attività come in quello dell'edilizia per la gestione dei cantieri.


Secondo quanto previsto dal D.Lgs 81/2008 l'incarico di RSPP e ASPP può essere affidato sia ad un soggetto interno all’organizzazione sia, ad un professionista abilitato esterno.

I Datori di Lavoro trovano sempre più difficoltà a espletare i propri obblighi e si avvalgono di professionisti preparati a supportarlo nelle materie della salute e sicurezza: RSPP e ASPP. 

Le motivazioni che spingono un Datore di Lavoro ad esternalizzare questi tipi di servizio, possono essere estremamente differenti tra di loro.

Nelle piccole e medie Imprese l’impiego saltuario ma continuativo di una  "persona esterna" incaricata come RSPP è in grado di fornire un valore aggiunto è fondamentale all’organizzazione e più tranquillità.

Il miglioramento degli aspetti legati alla salute e sicurezza degli ambienti di lavoro con la valutazione dei maggiori rischi è uno dei primi passi da compiere.
Le figure di RSPP e ASPP i molti settori di attività come in quello dell'edilizia (gestione di cantieri), presenta variabili di rischio sempre differenti tra di loro e che richiedono pertanto ancora di più un approccio più tecnico e competente. 

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



martedì 12 settembre 2017

Perchè nel settore edile lo svolgimento del ruolo di RSPP è affidato a un tecnico esterno?


Le motivazioni che spingono un titolare di azienda ad affidare l'incarico di RSPP/ASPP a un consulente estrerno, possono essere molte. Molto spesso c'è la poca "cultura" in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro o la mancanza di tempo e competenze.

Tra le più frequenti cause di affidamento in esterno è la dimensione aziendale che prevede appunto una figura diversa dal datore di lavoro e la criticità di gestione di vari cantieri come nel settore edile.


Nelle piccole e medie Imprese l’impiego saltuario ma continuativo di una  "persona esterna" incaricata come RSPP è in grado di fornire un valore aggiunto è fondamentale all’organizzazione e più tranquillità.

Il miglioramento degli aspetti legati alla salute e sicurezza degli ambienti di lavoro con la valutazione dei maggiori rischi è uno dei primi passi da compiere.
Le figure di RSPP e ASPP i molti settori di attività come in quello dell'edilizia (gestione di cantieri), presenta variabili di rischio sempre differenti tra di loro e che richiedono pertanto ancora di più un approccio più tecnico e competente. 

Un professionista è in grado di fornire un reale valore aggiunto all’organizzazione ed al miglioramento degli aspetti legati alla salute e sicurezza degli ambienti di lavoro con maggiori rischi.
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



lunedì 11 settembre 2017

In Veneto consulente esperto in acustica ambientale, edilizia e architettonica


Per chi cerca un Consulente esperto in acustica ambientale, edilizia e architettonica MODI SRL di Mestre e Spinea Venezia può essere la scelta giusta.

Le referenze attive dei clienti testimoniano la bontà del servizio offerto e la competitività.

La dispobibilità della nostra azienda è per le Aziende del Veneto e del Nord Est.

Le tematiche che affrontiamo come consulenti di organizzazione aziendale sono legate anche alla realizzazione e al mantenimento di Sistemi di Gestione Aziendale quali la Qualità ISO 9001, l'Ambiente ISO 14001, i Modelli Organizzativi 231, FSC, Privacy, HACCP.

Il Consulente MODI lavorerà facendo particolare attenzione alle altre norme sui Sistemi di Gestione già applicati dall'Organizzazione Cliente come per esempio il Sistema di Qualità, ambiente, sicurezza, Risk Management, Sicurezza dei dati informatici, ecc).

La Clientela di MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



venerdì 8 settembre 2017

Corsi D.lgs 81? Molte offerte a Mestre, Marghera, Marcon da MODI SRL



MODI SRL con sedi in Veneto, fornisce la docenza per lo svolgimento di corsi aziendali ed interaziendali, quando possibile cofinanziati da Fondimpresa, a Mestre, Spinea, Marghera, Venezia, Treviso, Padova, Marcon.

Vasta scielta  formativa di corsi on line in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro raccomantati dagli stessi allievi con i commenti alla pagina DICONO DI NOI.

Uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro è la formazione dei lavoratori sulla sicurezza, così come previsto in diversi articoli del D. Lgs. 81/08. L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda alla formazione dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

L’Accordo Stato Regioni sulla formazione sicurezza lavoratori (ultima pubblicazione luglio 2016), prevede che la durata dei corsi sia diversa in funzione del settore di appartenenza dell’azienda (con durate minime di 8 ore per aziende ricadenti nella classificazione “Rischio Basso” come ad esempio  "attività d'ufficio", 12 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Medio” e 16 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Alto”. Per la classificazione basata sui codici ATECO 2007 si rimanda all’Allegato II dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011).

La formazione prevede la frequena un modulo di carattere “generale” da sommarsi alla parte di carattere “specifico” a cui appartiene l’azienda.

La Clientela di Consulenza Sicurezza Veneto by MODI S.r.l. può contare anche su un puntuale aggiornamento del BLOG, dei profili social TWITTER, FACEBOOK, LINKEDIN, GOOGLE+, sull’invio di comunicazioni di aggiornamento sugli adempimenti di legge e sulle opportunità di finanziamenti pubblici, oltre all’organizzazione di seminari gratuiti in materia di SSLL, Sistemi di Gestione, adempimenti privacy ecc.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



giovedì 7 settembre 2017

Modelli di Organizzazione e Gestione 231. Sono parecchie le aziende che lo stanno adottando.


Le principali motivazioni che portano verso l'adozzione di Modelli di Organizzazionee e Gestione 231 (MOG231) è il lavoro con ente pubblico il quale lo richiede. 

Altri motivo sono la  partecipazione alle gare d'appalto, l'opportunità verso il credito bancario, le campagne di comunicazione in particolare per la valorizzazione del sito aziendale.
Trattandosi di un modello di attestazione basato sull’autocertificazione si ricorda che vi sono molti aspetti da considerare e alcuni rischi da non sottovalutare.
In particolare la verificabilità delle asserzioni, come quelle antimafia, adozione Modelli 231 o di CSR.

Modi Srl nel corso dal titolo "I Modelli di Organizzazione e Gestione 231 la ISO 37001", toccherà in maniera approfondita le tematiche con esempi di documentazione e esercizi in aula per i discenti orientati all'apprendimento delle tecniche necessarie. I partecipanti devono avere già delle nozioni di base ed essere abituati ad operare nei sistemi di gestione qualità, ambiente e sicurezza.

Dichiarazione non veritiere potrebbero essere contestate durante qualsiasi ispezione da parte della Pubblica Amministrazione e vi sono molti aspetti da considerare e alcuni rischi da non sottovalutare. 

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it



mercoledì 6 settembre 2017

Incarico di RSPP/ASPP in esterno per la gestione di cantieri nel settore edilizia

I Datori di Lavoro trovano sempre più difficoltà a espletare i propri obblighi e si avvalgono di professionisti preparati a supportarlo nelle materie della salute e sicurezza: RSPP/ASPP.
Secondo quanto previsto dal D.Lgs 81/2008 l'incarico di RSPP e ASPP può essere affidato sia ad un soggetto interno all’organizzazione sia, ad un professionista abilitato esterno.
Nelle piccole e medie Imprese l’impiego saltuario ma continuativo di una  "persona esterna" incaricata come RSPP è in grado di fornire un valore aggiunto è fondamentale all’organizzazione e più tranquillità.
Le figure di RSPP/ASPP i molti settori di attività come in quello dell'edilizia (gestione di cantieri), presenta variabili di rischio sempre differenti tra di loro e che richiedono pertanto ancora di più un approccio più tecnico e competente.
 
MODI SRL www.modiq.it. offre corsi di formazione per tecnici, ingegneri, architetti che svolgono il ruolo di RSPP/ASPP e coordinatori della sicurezza.
I corsi a distanza sono comodi, economici e proposti a condizioni economiche vantaggiose e in offerta.

I corsi di MODI SRL sono raccomandati dagli stessi allievi.

Per raccogliere elementi utili per fare una valutazione sui corsi MODI prendete visione dei commenti lasciati dai discenti nella pagina "dicono di noi" dei QUATTRO siti web.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it

martedì 5 settembre 2017

Nuovo Regolamento UE 2016/679 (GDPR, General Data Protection Regulation) ridefinisce la disciplina europea in materia di Privacy.

Privacy? Il Nuovo Regolamento UE 2016/679 (GDPR, General Data Protection Regulation) ridefinisce la disciplina europea in materia di Privacy. Sono stati introdotti numerosi e importanti cambiamenti, diventando altresì il principale riferimento normativo per gli Stati Membri.

Dal 25 maggio 2018 il Regolamento sostituirà in Italia il vigente Codice in materia di Protezione di Dati Personali (Codice della Privacy, D.Lgs. 196/03). 
Entro tale data le aziende interessate, quindi, dovranno adeguarsi ai nuovi requisiti del Regolamento UE 2016/679 al fine di eludere il rischio di incorrere in pesanti sanzioni, che potranno arrivare fino ad un massimo di 20 milioni di euro o fino al 4% del fatturato mondiale totale annuo.

L'incontro informativo che proponiamo alle aziende venete è finalizzato ad offrire una panoramica sulle novità introdotte dal Regolamento europeo rispetto all’attuale normativa italiana in materia di privacy.

La consulenza offerta da MODI Srl è utile per:
• Contenere e gestire il rischio di non conformità legislativa;
• Adottare modelli di gestione sicuri e protetti dei dati e delle informazioni;
• Integrare i sistemi organizzativi già esistenti.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it


Il Datore di Lavoro trova spesso difficoltà ad interpretare la normativa e preferisce farsi assistere da professionisti di comprovata esperienza nel proprio settore essenziale.


I Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro con oltre 306 articoli e 51 allegati rappresenta una delle più complesse normative a cui tutte le Aziende, di qualsiasi settore e dimensione esse siano, devono adeguarsi.
il Datore di Lavoro trova spesso difficoltà ad interpretare la normativa e preferisce farsi assistere da  professionisti di comprovata esperienza nel proprio settore essenziale.

Il Documento di Valutazione dei Rischi secondo quanto previsto dall’art. 17, lett. a) del D.Lgs 81/2008 è uno degli obblighi indelegabili del Datore di Lavoro.

Uno dei principali obblighi a carico del datore di lavoro è la formazione dei lavoratori sulla sicurezza, così come previsto in diversi articoli del D. Lgs. 81/08. L’art. 37 del D. Lgs. 81/08 prevede che il Datore di lavoro provveda alla formazione dei lavoratori, secondo i contenuti e la durata previsti dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

L’Accordo Stato Regioni sulla formazione sicurezza lavoratori (ultima pubblicazione luglio 2016), prevede che la durata dei corsi sia diversa in funzione del settore di appartenenza dell’azienda (con durate minime di 8 ore per aziende ricadenti nella classificazione “Rischio Basso” come ad esempio  "attività d'ufficio", 12 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Medio” e 16 ore per aziende ricadenti nel “Rischio Alto”. Per la classificazione basata sui codici ATECO 2007 si rimanda all’Allegato II dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011). La formazione prevede la frequena un modulo di carattere “generale” da sommarsi alla parte di carattere “specifico” a cui appartiene l’azienda.

Sempre più titolari di azienda affidano l'incarico di RSPP/ASPP a un consulente estrerno

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it e www.corsionlineitalia.it. E-mail MODI NETWORK modisq@tin.it