giovedì 31 maggio 2018

Cosa sono i valori limite e i valori di azione?

Cosa sono i valori limite e i valori di azione?

I valori limite di esposizione sono valori di esposizione a campi elettromagnetici che non devono mai essere superati e che il cui rispetto garantisce che i lavoratori siano protetti contro gli effetti nocivi a breve termine. 

I valori di azione rappresentano parametri direttamente misurabili (intensità campo elettrico, intensità campo magnetico, ecc), il cui superamento determina l’obbligo di adottare determinate misure di prevenzione e protezione idonee. Il rispetto dei valori d’azione garantisce il rispetto dei pertinenti valori limite di esposizione.

A disposizione lo SPORTELLO INFORMATIVO attivo al numero verde 800300333, la chat fruibile dal sito www.modiq.it o il contatto e-mail: modi@modiq.it. 

Per richiedere un incontro di presentazione dei nostri servizi o un sopralluogo gratuito chiamateci! 

Per raccogliere informazioni sul nostro operato a disposizione online le referenze scritte dai Clienti www.modiq.it nella pagina dicono di noi.


Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

Il 15 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per chi ha assunto dei nuovi lavoratori/dipendenti.


Il 15 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per nuovi lavoratori. Il programma prevede la frequenza a un "modulo generale" e ad uno "modulo a rischio specifico" ovvero a cui il lavoratore è esposto (rischio basso, medio o alto).
Il datore di lavoro deve formare i lavoratori dipendenti entro un massimo di 60 giorni dopo l’assunzione.

La normativa specifica che i corsi devono essere attivati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente all’assunzione.

La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:

a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.

Per scaricare la scheda di iscrizione cliccare qui. Per leggere le recensioni positive di chi ha già provato i nostri servizi di consulenza o a fruito dei nostri corsi cliccare qui.

La Società di Consulenza e Formazione MODI SRL attiva a Mestre in Via Volturno 4/e (zona centro comoda ai mezzi pubblici e con parcheggi auto disponibili in zona,  il corso di formazione

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari sulla sicurezza chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


Il 15, 19 e 22 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre.

Il 15, 19 e 22 giugno 2018 parte il corso organizzato dal Centro di Formazione MODI SRL a Mestre per la formazione obbligatoria dei nuovi dipendenti.

La quota di partecipazione prevede il coffee break e, se le lezioni sono sia di mattina che di pomeriggio la colazione di lavoro.

La normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro specifica che i percorsi formativi dei "nuovi lavoratori" devono essere avviati prima dell’effettivo inserimento del nuovo dipendente, e solo nel caso in cui questo sia impossibile deroga l’obbligo successivamente all’assunzione.

Il  datore di lavoro deve far partecipare a dei corsi ciascun lavoratore alle sue dipendenze.

La formazione e, ove previsto, l’addestramento specifico devono avvenire in occasione:

a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell’inizio dell’utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi.

Per consulenza come RSPP in esterno, DVR, valutazioni specifiche, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

mercoledì 30 maggio 2018

Di cosa si occupa il D.Lgs. 81/2008?

Di cosa si occupa il D.Lgs. 81/2008?

Il D.Lgs. 81/2008 fornisce disposizioni generali per quanto concerne la sicurezza e l’igiene sul lavoro, i requisiti dei luoghi di lavoro, la prevenzione incendi, l’evacuazione dei lavoratori e il primo soccorso.

A disposizione lo SPORTELLO INFORMATIVO attivo al numero verde 800300333, la chat fruibile dal sito www.modiq.it o il contatto e-mail: modi@modiq.it.

Per richiedere un incontro di presentazione dei nostri servizi o un sopralluogo gratuito o un preventivo di Consulenza chiamateci!

Per raccogliere informazioni sul nostro operato a disposizione online le referenze scritte dai Clienti www.modiq.it nella pagina dicono di noi.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it.


martedì 29 maggio 2018

Cos’è il Testo Unico sulla Sicurezza dei Lavoratori? L’ultima revisione del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro è di Maggio 2018.

Cos’è il Testo Unico sulla Sicurezza dei Lavoratori?

Il Testo Unico per la Sicurezza dei Lavoratori è un complesso di norme della Repubblica Italiana, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, emanate con il D.Lgs. 81/2008, integrato con il decreto correttivo n. 106/2009. In Italia è la norma di riferimento per quanto concerne la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il D.Lgs. 81/2008 ha riformato, riunito ed armonizzato, abrogandole, le disposizioni dettate da numerose precedenti normative in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro succedutesi nell'arco di quasi sessant’anni, al fine di adeguare il corpus normativo all’evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro.

L’ultima revisione del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro è di Maggio 2018. Nella pagina del sito  dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, è disponibile il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, edizione maggio 2018, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, integrato con circolari, accordi Stato Regioni, interpelli e altre fonti normative e amministrative e norme.

La Società di Consulenza e formazione MODI SRL di Mestre, Marghera, Spinea, Venezia mette a disposizione dei Clienti e dei potenziali il numero verde 800300333 per rispondere a domande su questo argomento e più in generale sugli adempimenti previsti in materia di Salute e Sicurezza negli ambienti di lavoro, implementazione/realizzazione/integrazione/mantenimento dei Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001:2015, Ambiente ISO 14001:2015, Sicurezza (passaggio dalla OHAS 18001 alla ISO 45001), Modelli Organizzativi D.lgs 231 e applicazione del nuovo Regolamento GDPR Privacy 2016/679.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.




lunedì 28 maggio 2018

La valutazione dell’esposizione ai campi elettromagnetici deve essere aggiornata?

La valutazione dell’esposizione ai campi elettromagnetici deve essere aggiornata?

La valutazione dei campi elettromagnetici, come per tutti gli altri rischi fisici, deve essere programmata ed effettuata con cadenza almeno quadriennale ovvero ogni qual volta si verifichino mutamenti che potrebbero renderla obsoleta.

Per consulenze e valutazioni dell'esposizione ai campi elettromagnetici nei luoghi di lavoro, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


sabato 26 maggio 2018

COSA È IL GDPR 2016/679?

COSA È IL GDPR 2016/679?
E’ una nuova legge sulla protezione dei dati personali ufficialmente effettivo dal 25 Maggio 2018. Con questa nuova normativa, il consenso fornito dagli utenti del tuo sito web deve essere essenzialmente informato ed esplicito.

Questo significa che, tutti i visitatori del tuo sito web devono confermare di voler prestare il proprio consenso al trattamento dei loro dati personali e, nel contempo, tutti i siti web devono mostrare una chiara Privacy Policy indicando esattamente quali dati verranno raccolti e memorizzati, da chi e per quanto tempo.

In qualità di proprietario del sito web, devi dare la possibilità ai tuoi visitatori di negare o modificare in qualsiasi momento il consenso al trattamento dei dati personali (gli interessati devono poter cancellare i loro dati in qualsiasi momento).

Lo staff di MODI S.r.l è specalizzato per aiutare le aziende nel processo di adeguamento al GDPR 2016/679.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 


venerdì 25 maggio 2018

PROTEZIONE DATI: DA OGGI IN ITALIA SI APPLICA IL GDPR 2016/679

Sul sito del Garante si da particolare risalto al fatto che da oggi cambia in maniera determinante l'approccio alla protezione dei dati personali.
 
Inizia così il processo di responsabilizzazione per imprese ed enti, maggiore trasparenza, nuovi diritti per le persone, più controllo sui propri dati. Norme applicabili anche al di fuori dell'Unione europea.
 
L'ultimo comunicato stampa rilasciato dal Garante cita:

"Da oggi si applica in Italia il Regolamento Ue in materia di protezione dei dati personali. La nuova disciplina uniforma le regole in tutti i Paesi dell'Unione e rappresenta la più grande riforma in questo settore da un quarto di secolo a questa parte.

Il Regolamento adegua il quadro normativo al nuovo contesto sociale ed economico - caratterizzato da un incessante sviluppo tecnologico e da forme sempre più massicce e pervasive di scambio e sfruttamento di dati - rafforzando le tutele poste a salvaguardia dei dati personali e i diritti degli individui.

Con il Regolamento cambia in maniera radicale l'approccio alla protezione dei dati: imprese ed enti dovranno operare seguendo il principio di responsabilizzazione ("accountability"), considerare la protezione dei dati non come obbligo formale, ma come una parte integrante e permanente delle loro attività e promuovere consapevolezza negli utenti sui loro diritti e le loro libertà.

Nello specifico, la prima novità fondamentale del Regolamento è quella di essere integralmente applicabile alle imprese situate fuori dall'Unione europea che offrono servizi o prodotti a persone presenti nel territorio dell'Unione europea o ne monitorano il comportamento. Tutte le aziende, ovunque stabilite, dovranno quindi rispettare le regole fissate nell'Ue.

Ogni utente avrà il diritto di ricevere informazioni chiare sull'uso che viene fatto dei suoi dati personali, potrà trasferirli da un titolare del trattamento ad un altro, compresi i social network ("diritto alla portabilità dei dati"), e vedrà rafforzato il suo diritto di far cancellare, anche on line, le informazioni non più necessarie rispetto alle finalità per le quali sono state raccolte ("diritto all'oblio").

La nuova disciplina introduce anche altre importanti misure. Imprese ed enti dovranno rispettare i principi della "privacy by design" e della "privacy by default": dovranno inserire cioè garanzie a favore degli utenti in dalla progettazione di ogni trattamento e di ogni prodotto o servizio che comporti il trattamento di dati personali. Il consenso all'uso dei dati dovrà essere ancora più specifico per ogni servizio reso. Chi tratta dati avrà l'obbligo di informare le Autorità garanti, e nei casi più gravi gli stessi interessati, in caso si verifichino furti, diffusione illecita o perdite di dati ("data breach").

Altra importante innovazione è la figura del Responsabile della protezione dei dati (RPD) che dovrà operare all'interno di tutte le amministrazioni pubbliche e di quelle imprese che fanno particolari trattamenti di dati o usano particolari categorie di dati, offrendo consulenza e supporto al proprio titolare o responsabile del trattamento.

Le sanzioni per chi non rispetta le regole potranno arrivare fino al 4 per cento del fatturato globale annuo. Tutte le Autorità di protezione dati dei Paesi Ue, alle quali è affidato il compito di vigilare sull'attuazione del Regolamento, avranno gli stessi poteri e gli stessi compiti, a garanzia ulteriore di un'applicazione realmente uniforme ed efficace nell'intera Unione."

Roma, 25 maggio 2018

Per ulteriori informazioni visitare il sito del Garante.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


Gli apparecchi che dichiarano il rispetto delle norme di compatibilità elettromagnetica possono essere “giustificati”?

Gli apparecchi che dichiarano il rispetto delle norme di compatibilità elettromagnetica possono essere “giustificati”?

In linea generale, no. Le norme di compatibilità elettromagnetica prescrivono vincoli sull’immunità degli apparati ai campi elettromagnetici (cioè la capacità di funzionare correttamente anche in presenza di disturbi elettromagnetici) e sull’emissione degli apparati stessi ai fini della prevenzione di malfunzionamenti su altre attrezzature utilizzate in prossimità dell’apparato.
Pertanto gli apparecchi che rispettano le norme di compatibilità elettromagnetica non garantiscono automaticamente il rispetto dei limiti per la protezione della salute umana, a meno che tale aspetto non sia esplicitamente riportato nella norma di prodotto.

Lo staff di MODI S.r.l è specalizzato per aiutare le aziende nel processo di adeguamento al GDPR 2016/679.

Per consulenze e approfondimenti sull'adeguamento al GDPR 2016/679, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it.